Rel Canonical: Cosa sono e come utilizzarli | Mauro De Falco

Rel Canonical: Cosa sono e come utilizzarli

Rel Canonical: Cosa sono e come utilizzarli
24 Marzo 2020 - by Seo, Seo On Page, Web

Quello dei Rel Canonical Url è probabilmente uno dei fattori On Seo più trascurati e “difficili” da gestire per un Seo Specialist alle prime armi, un pò come accade per il tag noindex, spesso ci chiediamo e ci preoccupiamo quali danni possiamo fare apportando, malamente, qualche modifica. Anche io mi sono spesso chiesto quando fosse il caso di utilizzarlo e come farlo al meglio all’interno di una strategia Seo, vediamo insieme come farlo e cosa sono questi famosi Canonical Url.

Cosa sono i link Rel Canonical

Il tag rel canonical, definito in HTML come rel=canonical, è un elemento HTML che comunica con i bot di Google, serve a spiegargli, in parole povere, qual è il link “canonico” o principale in caso di pagina duplicata. Questo tag HTML serve per evitare la duplicazione dei contenuti e la possibile cannibalizzazione delle kw nella tua strategia Seo.

Facciamo un Esempio:

Immaginiamo di aver scritto un Pillar con la Parola chiave Seo che abbia l’url “https://miosito.it/seo”, e di aver anche una categoria che raccoglie tutti gli articoli in ambito seo con l’url “https://miosito.it/category/seo”.

Questa è una classica situazione di potenziale pagina duplicata. Qui dovremmo scegliere la pagina che ci porta più visite e meglio posizionata sui motori di ricerca e renderla pagina principale o canonica, facendo in modo che i motori di ricerca riconoscano lei, come pagina “principale”.

Perchè devo usarlo anche io?

Come possiamo notare anche dal post ufficiale di Google i crawler di Google cercano di analizzare le pagine del nostro sito e determinare quale sia la pagina canonica. Una volta determinata andranno ad analizzare maggiormente quella, analizzando con meno frequenza quella che ritiene duplicata.

Lasciar scegliere a Google quale sia la pagina principale è sicuramente un errore, perché Google potrebbe indicizzare una pagina che noi riteniamo meno importante piuttosto di quella che per noi ha più valore.

Inoltre, non segnalare la pagina Canonica a Google farà sprecare più crawl budget, perché i bot controlleranno anche le pagine “duplicate”, questo, per Google, è un errore, perché perderà più tempo e risorse per analizzare il nostro sito.

Come utilizzare i link Rel=Canonical

Adesso che abbiamo visto cosa sono i link rel canonical andiamo a vedere come utilizzarli andando a riprendere il nostro esempio. Diciamo di aver scelto l’articolo Seo come pagina principale, quella da rendere canonica.

Andiamo nella pagina “duplicata” (quindi la pagina di categoria, con url “https://miosito.it/category/seo”) ed inseriamo, all’interno del tag <head></head> del nostro sito, il tag html:

<link rel=”canonical” href=”https://miosito.it/seo” />

Facciamo la stessa cosa anche all’interno del tag <head></head> della pagina che abbiamo reso principale ed il gioco e fatto.

Come inserirli su Wordpess

Non hai voglia di perderti tra codici php ed html per inserire il tag canonical? Non preoccuparti con WordPress ci sono molte alternative (alcune che probabilmente stai già utilizzando) per inserire questo utilissimo Tag.

Rel Canonical con Yoast Seo

Yoast Seo è uno dei plugin per la Seo più utilizzati per la piattaforma WordPress e permette, tra le tante cose, di modificare i tag canonical tra le varie pagine del nostro sito. Per farlo non vi basterà far altro che entrare nella pagina “duplicata” andare nella sezione relativa a Yoast Seo e cliccare sull’ingranaggio. Li vi comparirà la possibilità di inserire l’url della pagina principale.

Di norma il plugin inserisce come canonical url quello della pagina stessa, modificatelo inserendo il link della pagina principale che avete scelto.

Non dovrete far altro che controllare che i link canonical siano inseriti correttamente anche nella pagina principale (come detto, dovrebbe già essere settato correttamente) ed il gioco è fatto.

Canonical su Yoast

Inserire il Tag Rel Canonical su Rank Math

Ultimamente, dopo aver visto molti commenti positivi da parte di molti colleghi, ho deciso di provare Rank Math come plugin per la Seo, e devo dire che mi sta dando moltissime soddisfazioni. Tra le tantissime cose che permette di gestire, anche lui, offre l’opportunità di gestire i link canonical dalla pagina.

Proprio come per Yoast non dovrete far altro che andare nella pagina/articolo “duplicata”, recarvi nelle impostazioni di pagina di Rank Math e cliccare sull’icona della chiave inglese con la scritta Advanced.

Qui, nella voce Canonical, inserite il link della pagina principale che vorrete rendere canonica ed il gioco è fatto.

N.B. Anche in questo caso vi consiglio di controllare se la vostra pagina principale abbia il tag rel canonical configurato correttamente.

canonical rank math

Redirect 301 o Tag Rel Canonical?

Da tempo, all’interno della cerchia Seo, c’è un dibattito sul quesito “meglio utilizzare un redirect 301 o ul tag rel canonical?” La risposta, come spesso accade, è dipende.

Nel nostro esempio abbiamo una pagina di categoria sulla Seo ed un articolo sulla Seo, un esempio non fatto a caso, perché ci permette di chiarire questa dinamica.

Nel nostro caso abbiamo usato il Tag Rel Canonical per una questione di User Experience. Se avessimo usato il Redirect 301 non avremmo più avuto la categoria Seo all’interno del nostro blog (perché, al caricamento della categoria, ci sarebbe stato il caricamento diretto dell’articolo) e sarebbe stato impossibile per l’utente andare a visualizzare tutti gli articoli presenti nella categoria, proprio perché la pagina non si sarebbe mai caricata.

Questo è un chiaro esempio per spiegare quando utilizzare il tag canonical e quando, invece, utilizzare un “semplice” redirect 301.

Non ho contenuto duplicato, posso stare tranquillo

“Mauro io non ho contenuto duplicato sul mio sito, non ho bisogno di questo canonical”.

Certo, potrebbe essere che un sito non abbia contenuto copiato o duplicato. Spesso possono crearsi per esigenze, sopratutto per ecommerce (un esempio può essere un prodotto che viene raggiunto sia dalla pagina prodotto, sia dal tasto cerca, che dal filtro prodotti e cosi via), ma, come afferma anche Google all’interno del suo articolo sui canonical, se anche parte del testo è copiato o leggermente modificato, potremmo parlare di contenuto duplicato.

Quindi stiamo sempre molto attenti a pensare che il nostro sito non abbia bisogno del rel canonical

About author

Appassionato di Web Design e Web Marketing da quando ho avuto tra le mani il primo pc. Attualmente Lavoro come Digital Strategist. Amo creare, mettere in pratica e "sporcarmi le mani" su qualsiasi progetto tocchi.

Share this post? Facebook Twitter Linkedin

Add your Comment